Il pomo della discordia: come sopravvivere senza un Mac

Apple

Non ci sono più le mezze stagioni. La vera eleganza è innata. Meglio mangiare un po’ di tutto, ma poco. Il Mac è molto più figo di un PC.

Ecco i capisaldi del pensiero popolare. Ti basta una qualunque di queste frasi per attaccare bottone con chiunque. E chiunque ti darà ragione.
Ma è proprio tutto vero?


Lasciamo stare diete, stagioni ed eleganza e concentriamoci sul Mac. La saggezza popolare non va contraddetta, ma forse ogni tanto si può dare una rinfrescata ai miti…

È il più figo di tutti

Eh sì. Da tempo immemore, meglio e prima di tutti gli altri, Apple investe sull’estetica dei suoi prodotti. Innova. Fa tendenza. I Mac sono da sempre i computer più eleganti, sbrilluccicosi, ultramoderni, alla moda. Fanno un figurone in salotto.
Per lo stesso prezzo però puoi comprare un PC con Windows installato parecchio più potente, superaccessoriato e magari, nel suo piccolo, anche bellino da vedere. E per un prezzo molto più basso puoi accaparrarti un computer di ottima qualità che fa egregiamente il suo lavoro e che copre con disinvoltura il 99% delle esigenze di base dell’utente medio: navigare, comunicare, redigere testi e giocherellare un po’.

Che mangino brioche

hardware“Ma il Mac è un prodotto di nicchia, non punta all’utenza media, per cui pazienza se costa un occhio della testa. Ne vale la pena”. Occhei, eliminiamo allora il volgare popolino. Parliamo dell’utente smanettone, quello che il computer lo vuole modellare a sua immagine e somiglianza. Che toglie e aggiunge pezzi di hardware con la disinvoltura di un prestigiatore. Che cambia la scheda video ogni settimana e aggiunge ventole in posti inimmaginabili. Il suo campo di azione con un Mac è molto limitato. Per non dire quasi inesistente.

Mele libere

Se poi per caso ti piace pensare a un mondo in cui il software possa essere libero o in cui un sistema operativo possa essere migliorato, studiato e modificato da chiunque, qualcosa mi dice che non amerai molto i Mac. Che usano solo OS di casa Cupertino. E il cui sistema operativo gira solo su Mac. Semplice, no?

Passatempi

football
Ti piace giocare?  Brutte notizie, i giochi per computer più popolari (su tutti, l’intramontabile FIFA) girano solo su Windows. Niente da fare neanche per gli amanti delle chat: il classico dei classici, Windows Live Messenger, è davvero tristarello nella versione Mac.

 

 

Io penso differente

Tutti problemi di poco conto, di fronte al fascino sfavillante di un Mac.
Bene, una volta tagliata fuori la plebaglia squattrinata, ignorati i nerd poco chic, allontanati con fastidio i fricchettoni del software libero e mandati a lavorare i giocatori e i chattatori, il resto del mondo può usare tranquillamente il Mac.
E pazienza se il numero di applicazioni disponibili è nettamente inferiore a quello vantato da Windows. Se la compatibilità con le periferiche non Mac è sempre una scommessa. Se OS X ogni tanto si impalla senza degnarsi di fornire troppe spiegazioni. Il Mac fa un figurone in salotto. E, soprattutto, il Mac è molto più figo di un PC.
Del resto, la vera eleganza è innata (e ultimamente le stagioni non hanno vie di mezzo).

P.s. Quanto il Mac sia più figo del PC te lo dimostra anche, con dovizia di particolari, il nostro Mac expert Pierfrancesco in questo (divertentissimo) post.

Visualizzazione commenti in corso...