Le principali notizie di software e tecnologia dal 27 febbraio al 4 marzo

Cosa ci raccontano questa settimana grandi aziende come Microsoft, Facebook o Telecom? Ecco qui le notizie in evidenza di questa settimana. Buona lettura e buon weekend a tutti!

Windows 10 cresce e si colloca secondo

Windows 10 è ufficialmente il secondo sistema operativo di Microsoft più usato dopo l’irremovibile Windows 7. Ebbene sì, se si fa un buon prodotto, è difficile batterlo. Ma Microsoft sembra stia riuscendo a diffondere il suo nuovo OS egregiamente, raggiungendo un market share del 12,82%.

Ti chiederai chi occupa il terzo posto… È l’inossidabile XP, che nonostante non sia più supportato da Microsoft è restio a perire.

Fonte: Webnews

L’ascesa incontrastata di Facebook: Instant Articles

Facebook non smette di stupire e se le inventa proprie tutte per estendere ulteriormente il proprio dominio. Questa volta tocca ai contenuti web e alla stampa. Instant Articles è la nuova funzionalità di Facebook, disponibile a partire da Aprile, che consentirà ad autori di articoli e blog post di pubblicare direttamente sulla piattaforma di Facebook, con guadagno immediato, non più dipendente dai click sulla propria pagina.

Una rivoluzione per il mondo del giornalismo e dei contenuti online. Sarà sensato dipendere solo ed esclusivamente da Facebook? Riuscirà la stampa a non venir meno ad un giornalismo etico e imparziale? Tanti sono i quesiti… Nel frattempo ciò che è certo è che Facebook apre le porte alla visibilità di migliaia di utenti e ad una piattaforma veloce e responsive.

Fonte: Webnews

WhatsApp: dal 2017 penalizzerà i dispositivi più vecchi

Se sei contento del tuo dispositivo e non hai intenzione di cambiarlo per qualche annetto, potresti ritrovarti nel 2017 a non poter più aggiornare WhatsApp. L’azienda, infatti, ha annunciato che interromperà gli aggiornamenti dell’app su tutti i sistemi Blackberry OS e sui Nokia, Android e Windows Phone più obsoleti. Oltre ai problemi di sicurezza e di non poter usufruire delle ultime funzionalità della chat, nel caso in cui l’aggiornamento dovesse essere obbligatorio, potresti perdere completamente l’uso del servizio.

Questa misura si applicherà ai Nokia S40, Nokia Symbian S60, agli Android 2.1,  Android 2.2 e ai Windows Phone 7.1, nonché a tutti i sistemi operativi Blackberry.

Fonte: laRepubblica

Multa in casa Telecom

Multa di due milioni di euro per Telecom Italia! Motivo? Poca trasparenza contrattuale per i propri clienti di rete fissa, che si sono visti spostare il proprio piano telefonico in automatico da una tariffa a consumo a una flat. Come si dice? Chi la fa, l’aspetti!

Fonte: tom’s Hardware

Leggi le notizie della settimana scorsa

Visualizzazione commenti in corso...