I migliori programmi gratis per modificare le foto col Mac

Se hai un Mac, ci sono molte alternative gratuite a Photoshop per modificare le tue foto. Queste sono le mie preferite.

Non di solo Photoshop vivrà l’utente Mac. Ci sono infatti tanti editor fotografici con cui puoi correggere, modificare e migliorare gli scatti fatti con lo smartphone (ufficialmente diventati la macchina fotografica del terzo millennio), con la classica compatta o con la reflex digitale.

Alcuni si ispirano sfacciatamente al capostipite della famiglia, che appunto è Adobe Photoshop, mentre altri prendono da esso semplicemente spunto. Fatto sta che alla maggior parte degli utenti questi programmi non faranno sentire affatto la sua mancanza, perché ciascuno troverà quello con il giusto rapporto tra quantità e qualità degli strumenti e facilità d’uso, che si adatta ai suoi specifici bisogni.

GIMP, il ritocco pro

gimpÈ unanimemente considerato il Photoshop gratuito, e io concordo con questa posizione. La sua storia è antica, considerati i tempi dell’informatica. La prima versione, infatti, uscì nel 1996.

L’evoluzione è stata costante, e dopo una certa quantità di anni da brutto anatroccolo adesso è un bel cigno bianco e forte. Il suo punto debole era sempre stata l’interfaccia, che non era di per sé brutta, ma soffriva inevitabilmente del confronto con Photoshop, un modello difficilmente superabile, considerata la mole di investimenti in termini di sviluppo che Adobe ci investe da decenni.

Ora però bisogna ammetterlo: la UI di GIMP non fa più sentire la mancanza di nulla, neppure a me, che ho sempre provato per l’editor Adobe un affetto speciale. Per quanto riguarda gli strumenti, be’, anche qui nulla da dire: GIMP ha tutto, dagli strumenti avanzati di modifica delle immagini ai filtri e agli effetti. Naturalmente si lavora per livelli, come ogni editor professionale che si rispetti.

Insomma, se ami Photoshop, con GIMP ne avrai un meraviglioso clone completo e gratuito.

Consigliabile soprattutto a chi ha necessità professionali, perché si tratta di un’applicazione che richiede tempo e lavoro perché se ne possano sfruttare le grandi potenzialità.

Scarica GIMP per Mac

Gimp interfaccia

L’interfaccia di GIMP

Seashore, il ritocco semplice

seashoreManco a dirlo, Seashore deriva in linea diretta da GIMP, con cui infatti condivide lo stesso formato nativo dei file.

Si tratta, in pratica, di un cuginetto, una versione con meno strumenti che si adatta alle esigenze della maggior parte degli utenti Mac, che vogliono semplicemente alcuni strumenti classici di fotoritocco per modificare le loro foto.

Questo non vuol dire che Seashore sia un giocattolo. Supporta infatti i layer, offre una piccola quantità di effetti, tra cui alcuni di quelli artistici classici come Crystallize, Glass Distortion e Pixellate, e una cassetta degli attrezzi con alcuni strumenti avanzati. Un esempio: il Clone Stamp include l’opzione Use samples from all layers, che non ti aspetteresti da un programma di fotoritocco di questa fascia.

Seashore è quindi l’editor fotografico di tutti i giorni, che ha tutto per photo editing di base… più qualche chicca! Facile da usare e da installare in ogni Mac.

Scarica Seashore per Mac

Seashore interfaccia

L’interfaccia di Seashore

LiveQuartz Lite, il ritocco artistico

LiveQuartzUn editor fotografico con vocazione “artistica”. Il punto forte di LiveQuartz sono infatti i suoi strumenti per trasformare le foto in piccole composizioni, ad esempio aggiungendo del testo e dando sfogo alla fantasia con i tanti filtri disponibili.

Gli effetti non sono distruttivi e sono applicati ciascuno su un livello (li vedrai nella colonna di destra dell’interfaccia), in modo da poterli attivare e disattivare a piacimento. Un approccio interessante e molto pratico.

La colonna di sinistra, invece, è quella dei layer veri e propri. L’approccio è semplice, basta familiarizzare con gli strumenti per qualche minuto e sei pronto ad usare LiveQuartz in tutto il suo potenziale.

Se cerchi un editor per ritoccare, correggere e migliorare le foto, non è questa l’app adatta. Ma se vuoi dare sfogo alla creatività, ci troverai tutto quello che ti serve per sbizzarrirti, con risultati lusinghieri.

Scarica LiveQuartz per Mac

LiveQuartz interfaccia

L’interfaccia di LiveQuartz Lite

Picasa, il ritocco di base

picasaIl gestore di foto di Google, oltre alle opzioni di organizzazione degli scatti e al servizio di clouding, offre anche alcuni strumenti per modificare le fotografie.

Ci sono quelli classici per ritagliare, raddrizzare, modificare il contrasto ed eliminare il problema degli occhi rossi dai ritratti, una sezione per ritoccare selettivamente le zone luminose, quelle in ombra, la temperatura colore ed altri parametri e alcuni filtri.

Niente di sorprendente, ma contrariamente a LiveQuartz l’offerta è specifica per il miglioramento e la correzione di alcuni errori tipici di cui soffrono le nostre foto.

Ok, ci sono anche gli immancabili filtri un po’ kitch, ma nel complesso il prodotto è utile, ed è più che soddisfacente per una gran fetta di utenti, che vuole principalmente tenere online le proprie foto e che, all’occorrenza, vuole ritoccarle leggermente qua e là.

Scarica Picasa per Mac

Picasa interfaccia

L’interfaccia di Picasa per Mac

A ciascuno il suo

Il bello dell’informatica è che l’offerta di software è ampia, e che ognuno riesce sempre a trovare l’app che si adatta a quello che vuole fare. Il settore dei photo editor, poi, è particolarmente prolifico. E qualunque cosa tu voglia fare, trovi facilmente un modo semplice per farlo. E magari anche gratis, come nel caso di questi quattro programmi.

Se invece sei alla ricerca di app per modificare le foto con l’iPhone, eccone quattro sorprendenti.

Visualizzazione commenti in corso...