Le 6 novità più interessanti di Adobe Photoshop CS6

Oggi, 7 maggio, è uscita la nuova versione di Adobe Creative Suite. Tutti i programmi che la compongono sono stati aggiornati, specialmente Adobe Photoshop CS6, che include le novità più interessanti. Tantissime. C’ho messo tutto il giorno per provarlo bene. Alla fine della storia, sono sei le funzioni e i miglioramenti che mi hanno entusiasmato di più. Te li racconto brevemente.

1. Degno di nota il nuovo motore grafico Mercury, più stabile e rapido del precedente: potrai applicare filtri e modifiche a una foto e vedere i risultati quasi in tempo reale, senza andare incontro a improvvisi crash del programma. E del resto, anche se il programma dovesse chiudersi inaspettatamente, mai più lavoro perso, grazie al salvataggio automatico!

2. Un  piccolo lampo di genio il motore di ricerca per livelli, utilissimo per quei PSD composti da decine e decine di immagini sovrapposte: non dovrai più scrollare l’area Livelli aguzzando lo sguardo fino a farti venire il mal di testa per cercarne uno: basterà attivare il tipo di ricerca per Nome, per esempio (ma puoi cercare anche per tipo, per colore, per effetto, per metodo e attributo), e scrivere nel campo che apparirà il nome del livello che cerchi per vederlo comparire istantaneamente. Se non è semplificarti la vita questo…

3. Adobe Photoshop CS6 include un editor video! Potrai quindi importare un filmato, tagliarlo, creare più livelli e applicare i filtri e gli effetti di Photoshop alle clip video e anche aggiungere transizioni da un video all’altro, trascinandole sulla timeline. Il funzionamento è abbastanza intuitivo, e il processo di esportazione in vari formati video fluido e piuttosto rapido. Si rivela utilissimo se vuoi eliminare una persona o un oggetto da alcuni fotogrammi di un filmino, per esempio! Ci vorrà solo un po’ di pazienza…

Insomma, se usi Adobe Photoshop,  non hai bisogno di scaricare programmi come Windows Movie Maker e compagnia. Photoshop da oggi ti permette anche di modificare video!

4. Lo strumento Sposta in base al contenuto è ulteriormente migliorato e con un po’ di pratica ti permetterà di risparmiare un bel po’ di tempo. Photoshop CS5 aveva introdotto le funzioni di modifica in base al contenuto (Content Aware), per cui se eliminavi un oggetto dell’immagine che si stagliava su uno sfondo omogeneo, Photoshop era capace di inserire uno sfondo dalle sfumature molto credibili. Adesso questa funzione è ulteriormente migliorata e include la possibilità di spostare un oggetto oltre che di modificarlo. Qui sotto puoi avere idea della rivoluzione che presuppone questa nuova funzione. Ho spostato il gabbiano indicato in meno di un minuto semplicemente selezionandolo con lo strumento Selezione rapida, attivando il tool Sposta in base al contenuto e trascinando. Dove prima si trovava il gabbiano il cielo ha lo stesso colore che ti aspetteresti se avessi scattato la foto con il gabbiano in un’altra posizione! :O

5. Io adoro le immagini con effetti di sfocatura! Sono perfette per evidenziare un soggetto nella composizione distogliendo l’attenzione da uno sfondo troppo affollato, per esempio, o per dare un tocco magico ai primi piani e alle macro. Photoshop CS6 apporta molte novità al filtro sfocatura, specialmente la possibilità di applicare in pochi click l’effetto modellino (o tilt-shift) che Daniel ti spiegava come ottenere in un tutorial di qualche mese fa. Ebbene, se quella procedura ti sembrava complicata, sarai felice di sapere che adesso è molto più semplice, selezionando il menu Filtro/Sfocatura/Scostamento inclinazione e regolando i parametri proposti in base ai tuoi gusti.

6. Infine, meritano un accenno i miglioramenti al filtro Correzione lente. Se hai un’immagine con un esagerato effetto big fish o un grandangolo troppo evidente, puoi raddrizzarla e trasformare in linea retta le curve, semplicemente selezionando questo filtro. Il tab Correzione automatica è capace di leggere automaticamente i dati EXIF della foto, rilevando con che macchina fotografica è stata scattata e apportando le modifiche più appropriate. Se la rilevazione non dovesse funzionare, puoi sempre modificare tu i parametri di prospettiva e distorsione manualmente, fino ad ottenere un risultato che ti soddisfi.


E della nuova interfaccia di Adobe Photoshop CS6 che dire? Ce ne importa poco, in realtà: è sicuramente più elegante e riposante così scura, ma se non dovesse piacerci possiamo ripristinare il classico colore grigio dal menu Modifica/Preferenze/Interfaccia/Aspetto/Tema colore. Evviva la libertà, insomma!

Puoi scaricare Adobe Photoshop CS6 per Windows e per Mac e provarlo per 30 giorni gratis!

E tu cosa ne pensi? Sei d’accordo con me o avresti sottolineato altre funzioni e miglioramenti del nuovo Adobe Photoshop CS6? Lasciaci un commento!

Visualizzazione commenti in corso...