Come si misura la velocità dei browser a Softonic

Le nostre comparative tra browser sono svolte con un metodo che anche tu puoi applicare tranquillamente. Se vuoi sapere come misuriamo la velocità e il consumo di Firefox, Chrome, Opera e Internet Explorer, allora non ti resta che leggere questo articolo.

Il browser web è, al giorno d’oggi, il programma più importante che esiste sui nostri dispositivi. Ciò che chiediamo ad un browser è soprattutto velocità e leggerezza, e questi sono i parametri che vogliamo misurare e mettere a confronto.

A tal proposito, abbiamo creato una metodologia per la misurazione delle prestazioni che, oltre ad essere il più obiettiva possibile, aspira ad essere facilmente comprensibile per chi ci legge.

Qui di seguito spieghiamo qual é il nostro metodo e come i test che conduciamo sono fatti.

Il PC sul quale abbiamo fatto i test

La macchina utilizzata nei test è un PC standard con 4 GB di memoria. Il sistema operativo è Windows 7 Ultimate 64-bit con tutti gli aggiornamenti. Usiamo Windows 7 poichè è la versione più popolare di Windows.

Questo è il PC in cui si eseguono tutti i test; il disco rigido è completamente deframmentato

Durante le prove non vengono eseguiti altri software (nemmeno gli antivirus), per evitare di interferire con i test. Tutte le opzioni di risparmio di energia sono disattivate, affinchè il PC non si arresti a causa dell’inattività.

Il PC è riavviato prima di iniziare ogni prova e si lasciano trascorrere 30 secondi dopo il login, un periodo di tempo che abbiamo cronometrato per garantire che tutti i test vengano eseguiti in condizioni di parità.

Durante le prove non viene eseguito nessun altro programma, nemmeno un antivirus

Caricare le pagine da internet fa sì che la velocità cambi continuamente, per quello le pagine usate per il test di velocità vengono caricate da un PC con Nginx, un server web molto veloce e affidabile.

Il server locale evita la maggior parte degli errori grazie all’affidabilità della connessione

I browser sono sempre eseguiti con una configurazione semplice, senza cronologia, cookie o estensioni, in modo da non avere nessun codice esterno al browser in esecuzione allo stesso tempo.

Per ultimo, il PC di prova è connesso ad internet tramite un collegamento in fibra ottica. Tutti i test sono registrati in Adobe Premiere con un’acquisizione in HDMI.

I test eseguiti su ogni browser

I test eseguiti sono quelli che abbiamo considerato più realistici e vicini alla routine diaria, come la velocità impiegata a caricare più schede contemporaneamente e misuratori di prestazioni che usano la grafica ed eseguono altre normali operazioni.

Le prove come Peacekeeper servono a testare il browser con compiti tipici

I test che abbiamo effettuato sono i seguenti:

  1. Avvio “a freddo” con una sola scheda, la home di ogni browser. Viene misurato il tempo necessario al browser per aprire Google dopo l’avvio del computer.
  2. Avvio “a caldo” con una sola scheda. Lo stesso test è stato ripetuto mezzo minuto dopo l’avviamento a freddo, per vedere se dopo il primo avvio il browser guadagni in termini di velocità.
  3. Avvio “a freddo” con 11 schede. 11 pagine vengono caricate dal server web locale e l’orologio si ferma quando il browser obbedisce all’ordine inviato scorrendo la rotellina del mouse.
  4. Avvio “a caldo” con 11 schede. Come con la prova a freddo con 11 schede, ma viene eseguita 30 secondi dopo la chiusura del browser dopo la terza prova.
  5. Uso della memoria in megabytes. Viene misurato con 1 scheda caricata, con 20 schede caricate e di nuovo con 1 scheda caricata, dopo aver chiuso le altre, per verificare il recupero della memoria.
  6. Prove di velocità di tecnologie del web, quelle usate per creare applicazioni web complesse. Abbiamo scelto di considerare le due prove indipendenti più affidabili e più vicine alla realtà: Browsermark 2.1, dello studio indipendente Rightware, e Peacekeeper, dello studio indipendente Futuremark.

I tempi sono misurati con Adobe Premiere: in ogni caso si usa il tempo trascorso fino al fotogramma che segna la fine della prova. Per quanto riguarda i siti utilizzati per la misurazione della velocità:

  1. La home di Reddit.com
  2. La pagina “Apple” di Wikipedia in inglese
  3. Una ricerca su Twitter
  4. Una ricerca su  Google
  5. La recensione di Softonic su Ares
  6. La mappa di Barcelona su Bing
  7. La home di Yahoo.com (USA)
  8. La home di BuzzFeed.com
  9. Il Pinterest ‘90s Nostalgia (per intero)
  10. La prima pagina del top di Imgur
  11. La pagina dell’app di Softonic su Amazon

Nel test della memoria, abbiamo aperto la home page di Google e le recensioni sulla Top 20 di Softonic Spagna. Prima di misurare nuovamente la memoria dopo la chiusura delle 20 schede, abbiamo fatto passare un minuto.

Il misuratore di memoria di Chrome è molto affidabile per misurare il consumo

Le misure sono state prese per tre volte per ciascuna condizione e di esse è stata fatta una media. Lo strumento utilizzato è il misuratore di consumo di Chrome, molto affidabile quando si tratta di controllare l’utilizzo della memoria del browser moderni.

Un procedimento in costante evoluzione

Vogliamo che questa metodologia migliori con il tempo. Essa è aperta a modifiche e suggerimenti, che valuteremo e applicaremo nelle successive edizioni dei nostri comparativi  di performance.

Quali aspetti vorresti farci misurare?

Visualizzazione commenti in corso...