ApocalXP: come sopravvivere alla scomparsa di Windows XP

8 aprile 2014: Microsoft interromperà la pubblicazione delle patch di sicurezza di Windows XP. La domanda sorge spontanea: potrò continuare a usare un sistema operativo abbandonato a sé stesso? La risposta è sì, ma con delle sfumature importanti.

Ormai è definitivo: dall’8 aprile 2014, Microsoft non fornirà più gli aggiornamenti di sicurezza per Windows XP, nemmeno quelli più urgenti. È una tappa naturale della fine del ciclo di vita di Microsoft: il vecchio muore per far posto al nuovo.

La conseguenza più importante è che, da quel momento in poi, le patch più critiche saranno disponibili solo per le grandi aziende, non per gli utenti finali. Non potranno nemmeno essere filtrate, in quanto sono protette da un accordo di riservatezza.

Perché non è sicuro usare Windows XP dopo l’8 aprile 2014?

A partire da tale data, Microsoft annuncia una vulnerabilità costante del sistema operativo, un inferno dantesco pieno di malware che scorrazzano liberi per milioni di PC vecchi e recenti.

Proprio così, milioni di PC: dopo dodici anni, Windows XP è ancora installato su oltre il 30 % dei computer di tutto il mondo. Che cosa significa questo per la sicurezza globale? Significa che i malware si diffonderanno nei paesi in cui XP viene ancora usato.

Più del 30% dei PC a livello mondiale usa XP (dati ottobre 2013, TNW)

Windows XP è molto più vulnerabile di Windows 8

Secondo un rapporto di Microsoft, a parità di malware, i tassi di infezione dei computer che eseguono Windows XP SP3 sono di gran lunga superiori a quelli di Windows 8, la cui architettura è più sicura.

Tassi di Percentuale di infezione vs Tassi di rilevamento dei malware (fonte: SIR Vol. 15)

La conclusione, secondo Microsoft, è chiara: meglio abbandonare la nave prima che affondi con tutti i tuoi dati. Per alcuni, però, questa non è un’opzione valida: per una questione di compatibilità e anche, in parte, per puro e semplice affetto.

Inoltre, coloro che desiderano migrare a Windows 7 o Windows 8.1 e non lo hanno ancora fatto, si trovano in una situazione estrema: improvvisamente esposti alle avversità di un sistema operativo vulnerabile, corrono il rischio di perdere tutti i loro dati.

Ma sopravvivere con XP è possibile, se sai come farlo

È possibile usare Windows XP anche oltre la data di “ApocalXP” senza diventare la preda dei temibili malware. Tuttavia, è bene sapere che è difficile e che richiede blindare il sistema operativo ed essere proattivi nel valutare le minacce alla sicurezza. Dovrai letteralmente camminare con i piedi di piombo.

Se fai parte di quei temerari che vogliono resistere con Windows XP, queste sono le cose che ti consiglio di fare fin dall’inizio, se vuoi evitare la maggior parte dei buchi di sicurezza e dei problemi di compatibilità.

Installa un antivirus gratuito che supporti Windows XP

Esistono degli antivirus che continueranno a supportare Windows XP, come avast! 2014 e Avira Free 2014.

Evita MSE: da aprile 2014, Security Essentials potrebbe smettere di aggiornarsi su XP, lasciandoti esposto ai malware più recenti, senza nemmeno la possibilità di reagire. Una decisione discutibile, ma comprensibile. Per evitare questo, installa un altro antivirus.

Disattiva i plugin, sono una porta d’accesso per molti malware

I virus più pericolosi degli ultimi anni hanno infettato milioni di PC grazie alle vulnerabilità di Java e degli altri plugin. I componenti aggiuntivi sono un punto debole anche per i browser più sicuri.

Prendi per esempio Firefox, che ha bloccato Java di default e disattiva o disinstalla i plugin più critici. Java è uno, ma lo stesso vale anche per Flash e Adobe Reader. Innanzitutto, trova un buon programma di disinstallazione.

Aggiorna le tue applicazioni con Secunia PSI o Softonic per Windows

Windows non riceverà più gli aggiornamenti, ma tu potrai ancora aggiornare gli altri programmi. Un rilevatore di vulnerabilità come l’eccellente Secunia PSI verifica la versione delle applicazioni e le aggiorna al posto tuo. Avast! dispone di una funzione simile, ma si concentra solo sugli aggiornamenti critici, come i plugin e i browser. Un’altra opzione è quella di utilizzare Softonic per Windows, che cerca per te le ultime versioni dei software.

Usa dei browser che supporti Windows XP

L’ultimo browser Microsoft disponibile per Windows XP è Internet Explorer 8. Tuttavia, questo navigatore già di per sé obsoleto, diventerà sempre più vulnerabile, in quanto la pubblicazione dei patch dipende interamente da Microsoft. Fortunatamente, Firefox e Opera hanno annunciato che continueranno a supportare XP per un po’ di tempo e Google farà lo stesso con Chrome fino ad aprile 2015. Se non l’hai già fatto, passa a Chrome o Firefox.

Valuta la possibilità di installare una patch non ufficiale, come il SP4

Ci sono dei volontari che stanno preparando un Service Pack 4 non ufficiale di Windows XP. Era già accaduto con Windows 2000 quasi dieci anni fa. In questo caso, il service pack si sta creando a partire dal SP3, al quale verranno aggiunte tutte le patch rilasciate dopo la pubblicazione.

Screenshot dell’installazione del SP4 non ufficiale (fonte)

A mio parere, si tratta di un’iniziativa nobile, ma che non risolverà i problemi che l’utente dovrà affrontare dopo la data di fine. Un SP non ufficiale, che non è stato approvato da Microsoft, può creare delle instabilità nel dispositivo ed errori difficili da risolvere.

Vuoi aggiornare? Passa a Windows 8.1 senza lasciare XP

Come hai appena visto, sopravvivere con XP è possibile, ma richiede molto sforzo e tempo. Un sistema operativo abbandonato richiede un livello di cura e di attenzione costanti. Non è una vita adatta a tutti.

Il mio consiglio è di passare direttamente a Windows 8.1, una versione che ha saputo risolvere molti aspetti problematici di Windows 8. Quando esegui l’aggiornamento a Windows 8.1 da XP SP3, tutti i tuoi file personali verranno conservati (i programmi, no). La cosa migliore è che, se vuoi continuare ad usare XP, potrai sempre farlo con la sicurezza di una macchina virtuale, un emulatore per PC che funziona come un qualsiasi altro programma. VirtualBox e VMware Player potrebbero fare al caso tuo.

Il vantaggio di usare Windows XP in una macchina virtuale è che niente di quel che succede al suo interno ha delle ripercussioni sul sistema operativo: se un virus dovesse infettare la macchina virtuale, dovrai solo tornare a uno stato precedente.

E tu, fai parte del Resistenza XP o passerai a una versione più recente?

[Adattamento di un articolo originale di Fabrizio Ferri-Benedetti su Softonic ES]

Visualizzazione commenti in corso...