Problema con la memoria Android? Ecco come risolverlo!

Se non puoi più salvare dati né installare nuove applicazioni, prova a seguire questo procedimento.

Memoria Android piena? Tanti sono i dispositivi che iniziano ad avere problemi di spazio dopo aver installato anche solo poche applicazioni. HTC e Galaxy ACE sono due esempi tra i più popolari che hanno questo questo difetto.

Il difetto in realtà è dovuto al fatto che tutte le applicazioni che scarichi si installano automaticamente nella memoria interna del dispositivo, che ahimè, si riempie molto velocemente.

Per risolvere la questione un modo c’è. Ed è obbligare il tuo smartphone a installare le applicazioni direttamente nella scheda SD, che di memoria ne ha a sufficienza! Usare un’app dedicata funziona solo su versioni precedenti ad Android 4.0 Ice Cream Sandwich.

Ma esiste quest’altro metodo, più complesso, che consigliamo solo a utenti avanzati. Se segui il nostro tutorial passo passo, però, sarà abbastanza facile.

Attenzione!

Questo tutorial è valido solo per i dispositivi Android che hanno un firmware uguale o superiore alla versione 2.1.

È inoltre possibile che alcune applicazioni non funzionino correttamente se installate sulla scheda SD. Per esempio i widget: questi devono essere installati sulla memoria interna per funzionare.

Per iniziare, scarica questi programmi sul tuo PC

Per liberare memoria sul tuo Android, prima di tutto hai bisogno di questi programmi sul tuo computer:

Ora vai nel menu Impostazioni>Opzioni sviluppatore>Debug USB
Attenzione: questo percorso potrebbe cambiare leggermente da dispositivo a dispositivo.

1.  Installazione degli SDK e dei Platform-tools

Scarica sul PC il Java Kit Development e l’Android SDK. Una volta installati, apri Android SDK e seleziona Android SDK Platform-tools. Installalo.

Questo tool di strumenti include anche l’Android Debug Bridge, un’utility che consente di comunicare con un dispositivo Android dal prompt dei comandi. Ed è proprio l’Android Debug Bridge che ti serve per far sì che l’Android installi di default tutto nella scheda SD di memoria.

2. Collega l’Android al computer

Adesso collega il tuo smartphone Android al computer con un cavo USB e clicca su Collega come dispositivo USB.

3. Apri il prompt dei comandi e esegui il comando

Clicca sul pulsante Start e poi su Esegui (o premi Windows+R) e scrivi nella barra di ricerca “cmd“. Nel prompt dei comandi vai nella directory “Program files (x86)” ed entra nel percorso Android/Android-SDK/Platform-tools. Una volta lì:

  • Scrivi “adb devices” per controllare che il telefono sia collegato e riconosciuto.
  • Dovresti vedere un dispositivo con un numero di serie.
  • Se non compare, o compare come offline, prova a collegare il dispositivo con un altro cavo USB.
  • Scrivi “netstat” e verifica che la porta 5037 sia in uso.
  • È quella che usa ADB. Se è in uso, chiudi il processo che lo sta usando.

Ecco uno screenshot della successione dei comandi da scrivere nel prompt:

Prima di andare avanti si raccomanda di disattivare qualsiasi antivirus perchè potrebbe interferire con il processo di connessione tra ADB e il telefono.

4. Esegui il comando per forzare l’installazione nella scheda SD

Lo smartphone Android include una funzione, un comando per decidere dove installare di default le applicazioni nel cellulare. Questo parametro si chiama setInstallLocation e accetta tre tipi di valori:

  • 0 [auto]: con questo comando è il cellulare a decidere dove installare l’app
  • 1 [internal]: questo comando installa tutto nella memoria interna del cellulare
  • 2 [external]: questo comando installa tutto nella SD Card.

Quello che bisogna fare è cambiare il valore del setInstallLocation da 0 a 2. Per farlo, esegui uno di questi due comandi:

  • adb shell pm setInstallLocation 2

o

  • adb shell pm set-install-location

Per verificare che il processo sia andato a buon fine, scrivi “adb shell pm get-install-location“. Se tutto è andato bene, la risposta del prompt sarà questa:

Se non dovesse comparirti alcun messaggio d’errore, disconnetti il telefono, spegnilo e riaccendilo. Ora tutte le applicazioni si installeranno nella scheda SD. Il processo è reversibile: se volessi tornare all’impostazione precedente, ripeti il processo e cambia il 2 per uno 0.

____________________________________________________________________________________

Se hai altri dubbi, curiosità o problemi col tuo smartphone…

Leggi la nostra guida completa per cellulari Android

_____________________________________________________________________________________

Articolo scritto da Marina Cappannini

Visualizzazione commenti in corso...